Chi siamo

Il sito "TerradelSanto" nasce dall'esperienza dei viaggi-esperienza in Terra Santa sulle orme di Abramo, Mosè e Gesù che Luca Buccheri, prete biblista "itinerante", organizza e propone dal 2004 ed a cui nel corso degli anni si sono uniti prima Monica Rovatti, poi altri viaggiatori dell'anima in una sorta di "Parrocchia itinerante dell'Invisibile", leggera come una tenda, itinerante, aperta e libera come le realtà poco strutturate.

Una “parrocchia” che vuole essere presso la casa (come dice l'etimologia del termine), laddove la gente vive, lotta, sogna e spera, per andare oltre il visibile, mossa dalle grandi domande della vita. Un luogo senza mura e senza tetti, alimentato dal pane della Parola e dal vento indisciplinato dello Spirito, per crescere in libertà e consapevolezza nella propria umanità, scoprendo le scintille di luce divina che abitano in ognuno di noi. Una chiesa dal basso libera e leggera, fraterna e itinerante, una rete invisibile di “pietre vive” che collaborano organizzando iniziative nel proprio territorio (corsi, camminate, serate, trekking, incontri) e richiamano altri a mettersi in cammino, spinti dal soffio rinnovatore della Parola e dal desiderio di una vita piena. 

Il calendario annuale della Parrocchia dell'Invisibile è chiamato “La tenda e la vela”: la “tenda” è il nostro modo di essere, viaggiatori dell'anima aperti all'altro, pietre viventi di una chiesa senza fissa dimora; la “vela” è la Parola che, come il vento, feconda la terra del cuore, allarga lo spazio della tenda e spinge la vita verso fioriture imprevedibili. É una proposta a due voci, quella maschile di Luca e quella femminile di Monica, che unisce la lettura esistenziale della Bibbia con la bellezza e l'energia degli ambienti ed elementi naturali.

Luca Buccheri Luca Buccheri, “pellegrino della Terra e della Parola”, biblista itinerante e collaboratore della Fraternità di Romena, nasce a Roma nel 1966 da famiglia di migranti di origini siciliane. Diventa prete e guida spirituale di Terra Santa nel 2002, dopo aver concluso gli studi biblici a Gerusalemme. Da allora organizza viaggi in Terra Santa e altre esperienze bibliche itineranti in tutta Italia che costituiscono una sorta di “Parrocchia dell'Invisibile”, di cui questo sito è espressione.

 

Monica RovattiMonica Rovatti, educatrice professionale e insegnante, fin da giovane si appassiona della Parola di D-o, e desidera approfondirla impegnandosi a portare anche ad altri quella sapienza di vita trovata. Nata a Modena nel 1963, dopo una crisi profonda e diverse difficoltà incontra la Fraternità di Romena e inizia a collaborare più assiduamente con don Luca Buccheri, attraverso i pellegrinaggi nella Terra del Santo, i corsi e le serate bibliche in diverse parti d'Italia. Così da cittadina residente e radicata nella sua terra famigliare, diventa, non senza sforzo, viaggiatrice itinerante. In lei abita il desiderio di non avere titoli teologici per mantenere aperta e libera una voce di donna che possa raggiungere il cuore di tanti e aprirlo al sogno di una vita appassionata, responsabile e attenta al quotidiano.

 

Amici e collaboratori della Parrocchia dell’Invisibile, “pietre vive” non di una struttura ma di una fraternità itinerante che hanno sentito la scintilla della Parola nella loro vita, a volte attraverso i viaggi nella Terra del Santo, e che rendono possibile in ogni parte d’Italia l’organizzazione di percorsi, eventi, camminate e serate bibliche, corsi e trekking biblici, nei quali la Parola e la Terra ritrovano il loro originario abbraccio nella bellezza della natura. 
Questa particolare Parrocchia si ritrova visibilmente nei tanti eventi proposti durante l'anno nelle varie zone e si da appuntamento, attraverso questo sito, il martedì sera (nei mesi in cui risultano più difficili le iniziative all'aperto), per una diretta streaming in videoconferenza sul Vangelo, per leggere e condividere quella Parola che può alimentare il cammino quotidiano.  
 

“Noi siamo le api dell’invisibile,

noi raccogliamo perdutamente il miele del visibile

per accumularlo nel grande alveare d’oro dell’invisibile”

                                             Rainer Maria Rilke